Rifugio Capanna degli Alpini e Rifugio Galassi 2021 m s.l.m.

Dalla località Praciadelan 1044 m s.l.m., Calalzo di Cadore (Bl)

A Calalzo seguire le indicazione per ristorante pizzeria La Pineta dove si può lasciare l’auto nel grande parcheggio

Lasciata l’auto si procede lungo i 4,5 km della carrareccia che corre a fianco del greto del torrente Òten, con segnavia n. 255; tracciato ancora in fase di “ristrutturazione” dopo la devastazione di Vaia, che dopo 1 h e 30 ci porta al Rifugio Capanna degli Alpini: simpatica baita di montagna con moltissimo spazio verde attorno, con panche e tavoli all’ombra di alti abeti rossi, siamo in Val D’Oten, ampia valle tra i contrafforti dell’Antelao e le Marmarole.

Percorrendo la lunga camminata di avvicinamento, sulla sx dopo il Rio Diassa incrociamo alla nostra dx il bivio per il rifugio Chiggiato e in corrispondenza del rifugio il bivio per il bivacco Voltolina.

Questo lungo tratto può essere percorso anche in fuoristrada o con navetta prenotando al rifugio.

Lasciato il rifugio sarà d’obbligo una breve deviazione per le cascate delle Pile, nel suggestivo stretto canyon scavato dal torrente alimentato dal ghiacciaio dell’Antelao (al momento della stesura dell’articolo non ancora accessibili perché crollato gran parte del sentiero dopo la tempesta Vaia del 2018).

La salita a seguire è facile, in buona parte nel bosco di abeti, faggi e ontani. L’ultimo tratto dopo aver ritrovato il torrente, il sentiero diventa molto faticoso, si intravede il rifugio e sembra ad un passo ma la ripida salita a tornanti tra bassi pini mugo risulterà infinita.

Pian piano compare l’Antelao, il Re delle Dolomiti, ed i suoi contrafforti a lastroni, in netta contrapposizione con le guglie frastagliate delle Marmarole, Punta Scotter, Cima Bel Prà, Cima Bastioni

2 h dal Rifugio Capanna degli Alpini

Allungando il tragitto si può raggiungere la Forcella Piccola a quota 2120 m. s.l.m., con vista su San Vito di Cadore.

Unico tratto pericoloso

Ricapitolando, sentiero sicuro e mai pericoloso, se non in alcuni tratti esposti ma semplici da superare con passo fermo e mancanza di vertigini, fondo perfetto, prima parte fino alla Capanna degli Alpini adatto per il Nordic Walking, Mbk e Ciaspe

Difficoltà: E (Escursionisti)

Cartografia Tabacco 016 Dolomiti del Centro Cadore 1:25.000

Discesa effettuata lungo lo stesso percorso

3 h fino a Praciadelan

Scheda rifugio Capanna degli Alpini 1395 m s.l.m.

Gruppo Antelao Marmarole  – Località Pian de la Gravina – Val d’Oten

Proprietà: privato

Gestore: famiglia Vascellari, Cell. 3461689455 e 3337083444

E-mail: rifugiocapannadeglialpini@gmail.com

Sito: www.rifugiocapannadeglialpini.it

Posti letto: 9

Servizi igienici

Servizi: navetta da Calalzo

Copertura telefonica: Iliad Wind assente

Periodo di apertura: metà giugno – metà settembre

Coordinate gps: 46° 28′ 50″N; 12° 17′ 24″ E

LA Valle d’Oten, in lontananza gli Spalti di Toro

Scheda rifugio Pietro Galassi 2018 m s.l.m.

Gruppo Antelao Marmarole  – Località Forcella Piccola

Proprietà: CAI sez. Mestre

Gestore: volontari,  Cell + 39 3401214300

E-mail: info@rifugiogalassi.it

Sito: www.rifugiogalassi.it

Posti letto: 98; 8 su ricovero di fortuna

Servizi igienici

Servizi: connessione Wi-Fi gratuita

Copertura telefonica: discreta Iliad e Wind nei pressi del rifugio

Periodo di apertura: metà giugno –  metà settembre e i fine settimana fino a metà ottobre (condizioni meteorologiche permettendo)

Coordinate gps: 46° 28′ 14″N; 12° 15′ 43″ E

Altri itinerari di salita

Dalla località Praciadelan 1044 m s.l.m., Calalzo di Cadore (Bl), seguendo sulla sx il sentiero n. 258, percorso ripido e faticoso, per il Cason Antelao (1672 m s.l.m.), i Piani di Antelao, a quota 1925 m s.l.m. a dx al bivio con il sentiero n. 250 proveniente dal Rifugio Antelao, lungo le ghiaie fino alla Forcella del Ghiacciaio (2584 m s.l.m.), e scendendo lungo la Ferrata del Ghiacciaio fino alla Forcella Piccola e a breve al Rifugio

Difficoltà: EEA (Escursionisti Esperti vie Attrezzate)

6 h

Da San Vito di Cadore (1000 m s.l.m.), con sent. n. 228 fino al Rifugio Scotter (1580 m s.l.m.), sent. n. 229 fino all’incrocio con il n. 227 proveniente dal Rifugio San Marco, proseguire verso la Forcella Piccola (2120 m. s.l.m.), da qui si scende in breve tempo al rifugio ben visibile

Difficoltà: E (Escursionisti)

3 h

Dal Rifugio Scotter 2 h

La seggiovia da San Vito di Cadore non funziona durante il periodo estivo!

Dal Rifugio Antelao (1796 m s.l.m.), sentiero n. 250, per le Crode di San Pietro e la Forcella Pìria (2096 m s.l.m.), i Landri, la Forcella del Ghiacciaio (2584 m s.l.m.), la Ferrata del Ghiacciaio

Difficoltà: EEA (Escursionisti Esperti vie Attrezzate)

6 h

Escursioni dal rifugio

Monte Antelao, 3264 m s.l.m.

La salita lungo la normale alla vetta dell’Antelao, sent. n. 227 per Forcella Piccola, poi solo tracce per i Secet, le Laste e alla vetta

4-5 h

Difficoltà: A (Percorso Alpinistico)

Falesia dei Becett

A pochi minuti dal Rifugio, attrezzata a spit e soste cementate a 25 m, difficoltà dal IV al VI grado

Marmarole

Copyright © 2020 www.VcomeViaggiare.it | Tutti i diritti riservati www.VcomeViaggiare.it | www.VcomeViaggiare.it non è responsabile dei contenuti dei siti segnalati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie nel rispetto della privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie Read More Ok