Pozza di Fassa “Poza” (Tn)

Pozza di Fassa “Poza” (Tn) (La mia esperienza)

La verde Val di Fassa tra le Dolomiti trentine è una meta turistica di prim’ordine; da Moena a Canazei, i Comuni più piccoli si susseguono lungo il corso del torrente Avisio, ad accoglierVi la grande ospitalità ladina con gli originali costumi e la caratteristica lingua derivata dal latino

Vanta una vegetazione alpina lussureggiante, con rigogliosi boschi di faggi, frassini, abeti, pini, cirmoli e larici, con grandissimi prati adibiti a pascoli ricchi di fiori tipici della flora alpina e un paradiso per gli animali ed insetti che li popolano

La cornice è offerta dalle alte cime, dal Catinaccio al Sassolungo, dal Sassopiatto al Gruppo del Sella, dalla Costabella alla Marmolada

Le tante attività proposte nel periodo estivo completano quello che l’inverno già tanto offre: passeggiate, escursioni, una lunga pista ciclabile e per i più temerari, ferrate, arrampicate, freeride con la Mountain Bike, parapendio, fly-line tra i boschi di Re Laurino e molte altre proposte, volendo facendosi accompagnare dalle esperte guide alpine

Gli impianti di risalita, dalle seggiovie alle funivie, sono sempre aperti e permettono di alzare la quota di ogni escursione sopra i 2000 m s.l.m., proprio per questo esistono dei pacchetti plurigiornalieri molto convenienti che agevolano l’acquisto risparmiando notevolmente (Panoramapass)

La Val di Fassa Card consente di accedere gratuitamente a molte attività (Nordic Walking, introduzione alla geologia, avvicinamento all’arrampicata 7-14 anni) e agevolano alcuni servizi, con sconti ed altro

Comode navette fanno spola per i più pigri, dal pulmino al trenino, grazie al frequente passaggio consentono di facilitare notevolmente i percorsi

Le strutture che potranno ospitarVi sono in grado di coprire tutte le possibili esigenze e i tanti rifugi alpini renderanno le camminate più piacevoli sapendo di poter approfittare dell’accoglienza dei loro gestori ed i tanti prodotti genuini ed ottimamente serviti che potrete assaggiare

Nel sito ufficiale è scaricabile la comoda App ufficiale della Val di Fassa www.fassa.com

Abbiamo scelto Pozza perché si trova nel centro della valle, il piccolo centro abitato non offre grandi cose ma la posizione si è rilevata un ottimo punto di partenza per le tanti escursioni e passeggiate organizzate durante la nostra permanenza

Il programma Fassalandia per i più piccoli, con le moltissime iniziative per aiutare a comprendere il territorio divertendosi sarà disponibile in ogni struttura o nell’ufficio turistico

Facili escursioni (si richiedono abbigliamento e scarpe adatte)

Pera di Fassa

Facile passeggiata anche con il passeggino per chi ha prole al seguito, o per disabili, sentiero pianeggiante che corre lungo l’alveo del torrente Avisio, quasi tutto all’ombra

Parco giochi gratuito poco prima del centro abitato con animali da cortile liberi, percorso attrezzato sugli alberi con varie difficoltà, piccolo maneggio

Circa 0,30 h

Vigo di Fassa

Il sentiero parte da Pera con la possibilità di accedervi da Pozza seguendo la strada Troi de Vich

Sempre ombreggiato nel pomeriggio, consente con le tante panchine di concedersi una pausa ammirando il panorama su Pozza con i suoi prati e le cime di Costabella e del Gruppo della Valacia

2,00 h

Possibilità di proseguire verso la Grotta di Lourdes una volta giunti all’abitato di Vigo, costruita nel 1888

1,00 h

Buffaure

La zona escursionistica del Buffaure, raggiungibile con comoda cabinovia da Pozza, è base di numerose escursioni, segnalo il percorso ludico del Regno del Salvan, con una simpatica caccia al tesoro, cercando i frammenti dei protagonisti nei vari percorsi

Con un po’ di immaginazione, ci si immedesima nella quotidianità degli animali, conoscendo il bosco ed i suoi abitanti, scoprendone abitudini e segreti, con l’aiuto di cartelli indicativi e simpatiche animazioni

Se si segue invece il percorso geologico, si può imparare come sono nate le montagne e conoscere le specie di piante e fiori che spuntano spontanei sui prati e nel bosco

Da non perdere il sentiero incantato, alla scoperta delle tradizioni rituali e culturali Ladine

Il 29 agosto 2018 è stato inaugurato l’itinerario che porta alla scoperta di un’installazione sorprendente, realizzata con materiali naturali e di recupero

“Alla ricerca del Salvan” porta l’escursionista lungo il sentiero SAT n. 643, perdendo dalla base della cabinovia del Buffaure, seguendo le indicazioni impresse su cartelli lignei, con scritte in italiano e ladino

Altra novità 2018 il percorso ad acqua della Vecchia Maga!

Un simpatico percorso di giochi d’acqua interamente costruito di legno di larice, invita a scoprire, giocando, l’acqua e il legno, gli elementi fondamentali per la montagna

Malga Aloch 1365 m s.l.m.

Se si ha un passeggino al seguito, in località Meida, si sale lungo la Strada de Freina e al bivio conviene seguire la forestale intersecando più volte il sentiero originale che porta sulla sommità di pascoli sopra all’abitato (indicazioni varie presenti), arrivata alla Malga si lascia la stalla e lo spaccio, e dopo un centinaio di metri, oltre un dosso, si nasconde il ristorante della Malga che offre un ampio panorama su Pozza, Vigo e la Roda del Vael, con adiacente un piccolo parco giochi

Circa 1 h

In alternativa, al bivio si prosegue lungo il largo sentiero sterrato piacevolmente alberato che a dx scende a Vigo di Fassa e arrivati al congiungimento con la ciclabile un cartello segnavia indica un percorso abbastanza impegnativo ma molto divertente che sale nel bosco verso la Malga

1,30 h

Prendendo l’auto

Geopark Bletterback

Nei pressi del paese di Aldino una simpatica escursione avvincente ed istruttiva nel canyon ai piedi del Corno Bianco riuscirà ad incantarVi ricercando fossili e tracce di animali vissuti in altre epoche con le utili informazioni dei cartelli esplicativi presenti lungo il percorso

Info: www.bletterbach.info

Passo Sella e Passo Pordoi

Per ammirare i favolosi panorami sulle Dolomiti e sulle vallate trentine le funivie raggiungono facilmente le cime soprastanti ad oltre i 3000 m s.l.m.

Passo San Pellegrino rif. Fuciade

Alpe Lusia Chalet Valbona

A pochi minuti di macchina da Moena, l’Alpe Lusia è un luogo fatato per le famiglie con bambini di ogni età

Non solo per l’incantevole paesaggio, gli ampi prati verdi e le cime maestose da cui è circondata, ma soprattutto per l’intreccio di storie e leggende, i tanti giochi e le divertenti attività che offre durante la stagione estiva

Dal 17 giugno al 16 settembre 2018 si sale facilmente in quota con la moderna cabinovia che collega località Ronchi allo Chalet Valbona (1820 m s.l.m.), fino a raggiungere il punto più alto e panoramico a Le Cune (2200 m s.l.m.)

Da qui parte il bel Sentiero degli Animali, un percorso in discesa, della durata di circa un’ora e 20 minuti, percorribile anche con il passeggino, lungo il quale sono posizionati alcuni cartelli che spiegano ai bambini quali sono gli animali che vivono in montagna e le loro abitudini

Ad ogni stazione, un indovinello fa scoprire un nuovo animale, l’orso, la lepre, il capriolo e molti altri… trasformando questa passeggiata in una piccola avventura in mezzo al bosco

Il punto di arrivo è lo Chalet Valbona, ottimo ristorante self service e bar con terrazza panoramica dove rilassarsi gustando un piatto tipico trentino e far giocare i più piccoli nell’ampio giardino dotato di slackline, ponti tibetani e teleferica, oltre a un mini zoo con galline, asini, caprette e pecore

Dallo Chalet Valbona parte anche un altro percorso pressoché pianeggiante, il Sentiero della Natura, che in circa 50 minuti porta a Colvere

Prendendo le navette

Dal parcheggio di Pera parte la navetta per il Gardeccia, da qui partono numerose escursioni ai piedi del Catinaccio

Dal centro di Pozza un simpatico trenino raggiunge la Val San Nicolò fino al parcheggio di Sauch, con una sicura ma ripida camminata lungo la forestale si arriva alla Baita delle Cascate

Sempre dal centro di Pozza il minibus per la Val Monzoni arriva fino alla Malga Monzoni, punto di ristoro sulla strada per il Rifugio Taramelli 2040 m s.l.m.

Curiosità:

Gli esperti affermano che per ogni persona servano almeno 20 alberi per soddisfare il fabbisogno giornaliero di ossigeno, in Val di Fassa se ne contano 2000 per ogni abitante, una notevole differenza che beneficia anche chi durante le proprie vacanze passi del tempo in questa splendida valle

Accesso ecosostenibile al Passo Sella

Eventi:

Sfilata dei Krampus nel mese di dicembre, gli spiriti del bosco e dell’inverno, con le loro paurose maschere di legno

Pozza di Fassa si può raggiungere in auto:

Da Trento: per l’autostrada A 22 o la Strada statale n. 12 del Brennero fino a Ora, poi per la strada statale n. 48 delle Dolomiti attraverso Cavalese, Predazzo e Moena

Da Bolzano: per l’autostrada A 22 o la Strada statale n. 12 del Brennero fino all’uscita di Bolzano Nord, poi per la strada statale n. 241 della Val d’Ega (Eggental) attaverso Nova Levante (Welschofen) ed il Passo di Costalunga (Karerpass) m. 1750 fino a Vigo di Fassa

Da Vigo a Pozza di Fassa per la strada statale n. 48 delle Dolomiti

Da Treviso: per l’autostrada A 27 fino al’uscita di Belluno, poi per le strade statali n.  50, 203d e 203 attraverso Agordo fino a Cencenighe d’Agordo

Da Cencenighe d’Agordo per la strada provinciale n. 641 attraverso Falcade ed il Passo San Pellegrino fino a Moena

Da Moena a Pozza di Fassa per la strada statale n. 48 delle Dolomiti

Con i mezzi pubblici:

Le località più comode raggiungibili in treno sono Trento e Bolzano: www.trenitalia.it

Da qui sono disponibili i servizi di autotrasporto pubblico provinciali che le collegano a Pozza di Fassa:

Da Trento a Pozza: linea 101 di Trentino Trasporti

Per informazioni: www.ttesercizio.it

Da Bolzano a Pozza: linea n°180 di Südtiroler Autobus Dienst

Per informazioni www.sad.it

Aggiornato il 15/09/2018

Copyright © 2018 www.VcomeViaggiare.it | Tutti i diritti riservati www.VcomeViaggiare.it | www.VcomeViaggiare.it non è responsabile dei contenuti dei siti segnalati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie nel rispetto della privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie Read More Ok