giovedì, Novembre 30, 2023

V come Viaggiare.it

Organizzazione e consulenza gratuita del tuo viaggio o della tua vacanza

V come Viaggiare.it
ItaliaVenetoViaggi realizzati

Venezia: “la Città sull’Acqua”

Guida al viaggio (la mia esperienza)

 Introduzione ed itinerario

Una “toccata e fuga” con tutta la famiglia, giornata fortunatamente perfetta di metà settembre con il sole, tra le strette calli l’ombra portava refrigerio nelle ore più calde.

Si può arrivare in treno ma non essendo amanti della puntualità abbiamo scelto l’auto ed è stata una personale sorpresa.

Parcheggiando al Tronchetto (più economico) siamo saliti sul vaporetto prendendo posto a prua così da rendere partecipi i bimbi alla ricerca di palazzi nobili, preziosi ponti e particolari imbarcazioni.

La linea A attraversa il Canal Grande, la linea B arriva a Piazza San Marco attraverso il canale della Giudecca.

Museo di Storia Naturale

Il Canal Grande con il suo fascino, un caotico insieme di imbarcazioni, dalla lenta gondola alla veloce lancia taxi, sorpassi, accelerate, schivate, per fortuna non conduco io il vaporetto! 

Ca’ Pesaro
Casinò
Ca’ d’Oro
Ponte di Rialto

Si passa sotto il Ponte di Rialto, il più antico dei quattro che attraversano il Canal Grande, con due file di negozi costruiti nelle gradinate; e ancora si costeggia il Casinò e una decina di palazzi rinascimentali dalle tipiche finestre. Bifore, trifore, quadrifore, serliane, sono moltiplicazioni di finestre per illuminare il più possibile i piani nobili.

Palazzo Giustiniani Ca’ Foscari
Palazzo Balbi
Ca’ Rezzonico

Ca’Foscari, Ca’ Pesaro Galleria Internazionale d’ArteCa’ Corner della ReginaCa’ Rezzonico, Palazzo Balbi, il Palazzo Ca’ d’Oro, sono solo alcune delle tante costruzioni che visitando il sito www.canalgrande.it troverete ulteriori informazioni e curiosità.

Palazzo Ducale
Basilica di San Marco
Campanile di San Marco
Torre dell’Orologio
Palazzo Correr

Arrivati nel Bacino di San Marco, lo spettacolo continua, con le magnifiche costruzioni che si affacciano sulla grande piazza: il Palazzo Ducale, la Basilica di San Marco ed il suo alto Campanile, la Torre dell’Orologio, il Palazzo Correr.

Ponte dei Sospiri

Obbligatoria la foto del Ponte dei Sospiri, che porta alle prigioni di Palazzo Ducale.

Chi ha tempo non può dimenticare una passeggiata a Murano e Burano, visitando una delle tante fabbriche del vetro e gli scorci paesaggistici regalati solo da questi luoghi.

Al ritorno scegliamo il tragitto a piedi lasciandoci sulla dx il Canal Grande, quindi evitando il percorso classico più affollato.

Scopriamo così una Venezia più vera, fatta non solo di turisti, negozi e ristoranti.

Tra calli e sestieri troviamo dei palazzi e delle chiese meno famose ma altrettanto affascinanti, troviamo i residenti che provano a condurre una vita normale…

Al ritorno abbiamo sperimentato il People Mover, la comoda monorotaia che dal Tronchetto porta a Piazzale Roma e viceversa (costo 1,5 € a tratta)

 Quando andare

Non c’è un vero e proprio periodo migliore, in ogni stagione sorprende sempre.

Durante il carnevale tutti in maschera tra la folla, tra eventi, feste e divertimento per tutti.

 Cucina

bacari, locali tipici venezianipropongono come antipasto in gran quantità, le sarde in saor (sardine fritte condite con cipolla in agrodolce, pinoli e uvetta), e i cicheti venziani,  con uovo sodo e acciuga o mille altri gusti, bagnati da un buon bicchiere di vino (ombra de vin).

I primi piatti tradizionali sono i Risi e bisi, risotto con i piselli, e la Pasta e fasoi, pasta e fagioli. Come secondi il pesce prende il sopravvento: il baccalà mantecato con polenta, e polenta e schie(gamberetti di laguna) su tutti.

 Consigli (O meglio dei suggerimenti per non ripetere eventuali errori)

Parcheggio al Tronchetto, tutto il giorno 22€, in alternativa a Piazzale Roma (più comodo) nel parcheggio comunale.

Dagli aeroporti di Venezia e Treviso: Airport Bus, 10€ dall’aeroporto di Venezia e 12€ da Treviso.

Bagni a pagamento sparsi un po’ in tutto il centro.

Perdersi tra le calli, scoprendo la vita vera dei residenti, costretti a convivere con un continuo flusso di turisti. 

Vaporetto: molto costoso e sempre affollato ma utile per non perdere tempo accalcandosi con l’onda della folla.

Molto utile la linea Wi-Fi per l’accesso a Internet in tutta alla città: aggiungere questo link https://www.veneziaunica.it/it/e-commerce/services .

Gondola: esperienza unica 80€ fino a 5 persone. 100€ di notte. I gondolieri nel loro caratteristico abito con maglietta a righe e cappello in paglia sapranno guidarvi tra angusti e molto suggestivi passaggi pluviali.

Venezia è moda, lusso e cinema.

È boom di turisti ogni anno ed in ogni stagione.

Fenomeno dell’acqua alta: esperienza da provare passeggiando sulle passerelle a senso unico, camminando letteralmente sul mare. Con il funzionamento delle barriere del Mose saranno poche e contenute rispetto a prima.

Una parte del centro storico è accessibile senza barriere architettoniche.

Tessera Venezia Unica https://www.veneziaunica.it/it, per accessi ai musei ed altro.

Splendida la vista dalla riva del Bacino di San Marco, verso il mare aperto, l’Isola di San Giorgio, il Lido e la chiesa della Madonna della Salute.

Dalla scalinata del Palazzo del Bovolo si può ammirare Venezia dall’alto, purtroppo salirci è a pagamento.

Tassa soggiorno dal 1 gennaio 2023.

Un’altra meravigliosa esperienza è l’assistere ad un opera teatrale alla Fenice, https://www.teatrolafenice.it link al sito

Attenzione agli acquisti, molti souvenir sono provenienti dai paesi orientali; le opere dei maestri vetrai di Murano sono uniche, quelle originali hanno il marchio del consorzio. 

Per essere informati in tempo reale sul livello di marea a Venezia, seguite le previsioni giornaliere del Centro Maree della Città di Venezia. Quando si prevede una giornata di acqua alta, nel centro storico di Venezia e nelle isole risuonano le sirene per l’allerta marea.

Palazzo Barbarigo
Palazzo Barbaro e Palazzo Dario
Fondazione Peggy Guggenhein

Curiosità
I ponti di Venezia

A Venezia ci sono 417 ponti, dei quali 72 privati. Si contano 300 ponti costruiti in pietra, 60 in ferro, i restanti 57 in legno. L’ultimo ponte costruito a Venezia fu quello eseguito su progetto dell’architetto spagnolo Santiago Calatrava (Ponte della Costituzione, installato nell’agosto 2007 ed aperto senza inaugurazione la notte dell’11 settembre 2008) che è il quarto ponte che attraversa il Canal Grande e collega Piazzale Roma con la stazione ferroviaria. Nei tempi antichi i ponti a Venezia erano sprovvisti di gradini in quanto fino al ‘500 era consentito attraversarli a cavallo.Sono solo due i ponti di Venezia che non hanno spallette, uno si trova a Torcello e si chiama Ponte del Diavolo, un altro (privato) è visibile in Rio di San Felice (vicino alla Scuola Grande della Misericordia)

Aggiornato a settembre 2022

Copyright © 2023 www.VcomeViaggiare.it | Tutti i diritti riservati www.VcomeViaggiare.it |www.VcomeViaggiare.it non è responsabile dei contenuti dei siti segnalati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie nel rispetto della privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie Read More Ok