Parco del Circeo, arrivano i fenicotteri rosa

Il Phoenicopterus roseus Pallas, dal latino phoenixpteron, letteralmente “ali purpuree”, è il nome scientifico del fenicottero rosa

Secondo alcuni studi scientifici, il colorito rosa del piumaggio deriverebbe da un fatto alimentare: sarebbe infatti il betacarotene contenuto in questi piccoli insetti che con la sua tipica tonalità rosso-arancio, andrebbe ad influire sul colore rosa delle penne

Difficile da vedere in Italia, solitamente frequenta le zone umide della Sardegna o le Valli di Comacchio in Emilia Romagna, fortunatamente in Africa è comune e ho potuto apprezzane l’eleganza, i movimenti, i suoni, più volte in Kenya e Tanzania

La recente comparsa di questo “insolito” nei pressi di Sabaudia (Lt) ha assunto da subito il sapore di evento straordinario e fuori dal comune

All’interno del Parco Nazionale del Circeo, sulle rive del Lago di Caprolace, il secondo bacino costiero sulla tratta litoranea che conduce da Latina a Sabaudia, sono stati avvistati e fotografati dei meravigliosi esemplari di fenicotteri rosa in procinto di alimentarsi degli invertebrati e delle alghe acquatiche presenti sul lago

Laghi costieri e dalle acque salmastre che per la loro specifica conformazione fisica e climatica, nonché per la particolare flora che ospitano, stanno configurandosi sempre più come habitat ideale per specie particolarissime di volatili, come appunto il fenicottero rosa.

Il Circeo con le sue acque dolci e salate, con la sua flora e la sua fauna, con i suoi promontori e le discese a picco sul mare, i suggestivi borghi costieri e i panorami mozzafiato vi regalerà un’esperienza ricca di emozioni

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie nel rispetto della privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie Read More Ok